Didascalia

È partito il cantiere per i lavori di realizzazione della prima fase del progetto ‘Smart Road’ per l'A2 "Autostrada del Meditteraneo". L'accordo quadro, della durata di tre anni e di 20 milioni di euro di importo, prevede la fornitura e la posa di sistemi e postazioni per l'implementazione dell'infrastruttura tecnologica avanzata "Smart Road", per la connettività di utenti e operatori Anas sull'A2 e sul Raccordo Autostradale "R.A.2 Salerno-Avellino".
L'obiettivo principale è quello di incrementare la sicurezza stradale che è finalizzata alla riduzione dell'incidentalità. Inoltre si miglioreranno le condizioni di traffico ordinario e straordinario e infine si cercherà di aumentare il confort di viaggio. Anas ha spiegato che la ‘Smart Road’ garantirà i servizi ‘C-Its’ (Cooperative Intelligent Transport Systems) individuati dalla Comunità Europea basati sulle comunicazioni ‘V2I’ (Vehicle-to-Infrastructure) e ‘V2V’ (Vehicle-to-Vehicle) predisponendola per integrare la prossima tecnologia ‘5G’.
L'importo complessivo dei lavori è pari a 1 milione e ottocento mila euro, gli interventi interesseranno il tratto autostradale della A2 compreso tra i territori comunali di Montalto, Tarsia e Rende in provincia di Cosenza per un totale di circa 30 km. La conclusione dei lavori è prevista entro aprile 2019.

Fonte: puntoagronews.it – 4 ottobre 2018

Pubblicato 05/10/2018