Didascalia

Oggi le recenti evoluzioni tecnologiche consentono un’ulteriore modalità di erogazione del servizio di bike sharing: quella “a flusso libero” aggiunge al sistema tradizionale, flessibilità, economicità ed efficienza, dal momento che non sono necessarie stazioni di prelievo/consegna delle biciclette.

Tre le ditte che hanno risposto all’avviso del Comune per svolgere il servizio di bike sharing a pedalata assistita; in arrivo 1.500 biciclette disponibili per i cittadini e turisti e per quanti vorranno scegliere questa nuova mobilità sostenibile.

Il servizio permetterà di utilizzare la bicicletta senza il vincolo di installazione di componenti infrastrutturali sul territorio, favorendone una diffusione territoriale potenzialmente più capillare e a flusso libero, in linea con la Direttiva 2006/123/CE, relativa alla liberalizzazione dei servizi nel mercato interno.

La presenza sul mercato di nuovi operatori, in grado di offrire un servizio di bike sharing “a flusso libero”, rappresenta indubbiamente un’importante opportunità per la città di Palermo, dal momento che viene offerto un servizio di interesse pubblico ad integrazione di quello già esistente, con ricadute positive anche in termini di sviluppo del territorio.

 

Fonte: ilmoderatore.it- 4 maggio 2022

Leggi l’articolo nella versione integrale

Pubblicato 21/05/2022