Didascalia

Sarà conclusa per l’avvio della prossima stagione turistica estiva l’Unità Funzionale 1.1, ovvero il tratto di ciclabile compreso tra Riva del Garda e il sottopasso del Ponale, sulla sponda occidentale del Lago di Garda. Lunedì 7 settembre al porto di Riva del Garda si è tenuta la firma per la consegna dei lavori, con il Presidente della Provincia di Trento, i referenti tecnici del progetto e delle imprese coinvolte; fra i presenti anche i Sindaci e gli Amministratori di Riva del Garda, Torbole e Arco, nonché della Comunità di Valle.
“Oggi diamo una risposta importante a un tema centrale per le amministrazioni locali, quello della Ciclovia del Garda. Questo è il primo passo per il collegamento ciclopedonale con la sponda lombarda del lago, un percorso spettacolare sul più grande lago italiano, atteso da turisti e residenti – sono state le parole del Presidente della Provincia – Sappiamo che ci sono forti richieste anche per il tratto veneto, la volontà dell’esecutivo è quella di procedere a breve anche sulla sponda opposta”.
L’Unità Funzionale 1.1 si sviluppa con un percorso di lunghezza pari a 420 m circa che, a partire dal Lungo Lago D’Annunzio conduce all’imbocco del tracciato della Ponale attraverso il sottopassaggio esistente. La piattaforma della ciclopedonale prevede una larghezza minima di 3 metri, salvo localizzati restringimenti, e la separazione dei flussi pedonale e ciclabile per la maggior parte del tracciato.
Nei prossimi mesi è previsto anche un intervento di bonifica e consolidamento delle pareti rocciose sopra il sentiero del Ponale, opera propedeutica alla realizzazione del secondo lotto della Ciclovia, tratto trentino. La progettazione della seconda unità funzionale sarà conclusa nei primi mesi del 2021 e l’opera dovrebbe essere messa in cantiere entro l’anno prossimo.

 

Fonte: lavocedeltrentino.it – 8 settembre 2020

Pubblicato 09/09/2020