Didascalia

Giugliano. Pubblicata la gara di progettazione per le due piste ciclabili (dal Centro Remiero agli scavi e lungo la Domitiana) e del parcheggio a servizio degli scavi di Liternum. I tre interventi, finanziati dal MIBAC, rientrano tra quelli previsti dall’Accordo di Programma sottoscritto dai Comuni di Giugliano, Pozzuoli, Monte di Procida e Bacoli col Parco Archeologico. La gara, gestita da Invitalia, deve individuare i tecnici che redarranno il progetto esecutivo da mettere a gara. Saranno eseguite opere per facilitare l’accesso al parco. Si prevede la realizzazione di un punto di approdo lungo la costa meridionale del Lago di Patria, abitualmente interessato da attività di canottaggio e, sulla sponda del lago, la realizzazione di una struttura in legno lamellare atta ad ospitare un elevato numero di canoe.
Per garantire l’accessibilità della zona si prevede la realizzazione di un parcheggio di superficie pari a 2300 mq. caratterizzato da 62 stalli di sosta per autoveicoli, di cui due per disabili, e 22 stalli per motoveicoli. A completamento delle suddette opere, è prevista la realizzazione di una pista ciclabile che costeggerà la sponda meridionale del lago creando un percorso di collegamento con l’area archeologica dell’antica città romana di Liternum. La pista ciclabile, di larghezza pari a 2,50 mt, sarà in parte realizzata tramite una struttura in legno e in parte con una pavimentazione. All’interno dell’area archeologica è prevista la realizzazione di un percorso pedonale ancora di larghezza pari a 2,50 mt. All’interno dell’area parcheggio è prevista la realizzazione di un sistema di illuminazione, con corpi illuminanti LED ad ottica stradale, distribuiti sul perimetro e nelle aree interne.
Sarà inoltre realizzato un nuovo percorso ciclabile lungo la Domitiana, che affiancherà la strada esistente, seguendone il tracciato, e si estenderà per 2,4 km in sede propria lungo via Domitiana dall’intersezione tra via Staffetta e via Marina di Varcaturo fino all’intersezione tra via Domitiana e via Ripuaria. In tal modo, si verrà a creare un collegamento tra via Ripuaria e la foce del Lago di Patria, il più grande lago costiero della Campania. Tale opera consente quindi di riqualificare l’area del Parco archeologico dei Campi Flegrei intervenendo sulla mobilità e sull’accessibilità della zona. Il nuovo percorso ciclabile sarà costituito da una fascia riservata alla pista ciclabile, a doppio senso di marcia, di larghezza pari a 2,50 mt e una fascia di protezione variabile tra 0,80 e 1,50 mt.
Questi interventi si andranno ad aggiungere a quelli già previsti per la riqualificazione di via Lago Patria, via Signorelle e via Domitiana e quelli da realizzare sulla Circumlago. “La concentrazione di interventi tra loro coordinati cambierà in modo radicale la zona costiera - commenta l’Assessore alla Fascia Costiera -. Sarà una vera e propria rivoluzione”.

 

Fonte: ilmeridianonews.it – 5 novembre 2019

Pubblicato 06/11/2019