Didascalia

Il trasporto ferroviario dei passeggeri è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi preposti di facilitazione per i viaggiatori e di decarbonizzazione. È quanto emerge dal rapporto pubblicato dalla Piattaforma sul trasporto ferroviario internazionale di passeggeri, una specifica struttura creata nel 2020 - di cui fa parte anche la Cer (Comunità delle imprese ferroviarie e delle infrastrutture europee) -, con l’intento di migliorare le condizioni per lo sviluppo dei servizi ferroviari internazionali di passeggeri in Europa e il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal.

 

Nella relazione emergono vari punti in cui il mercato ferroviario europeo è riuscito a migliorare: su tutti l’introduzione del biglietto digitale universale, un primo passo per riuscire ad arrivare nel 2025 a un modello di vendita e distribuzione dei titoli di viaggio aperti.

 

Passi avanti si stanno facendo anche sull’accordo della continuazione del viaggio (Ajc) che prevede soluzioni alternative nel caso in cui un treno subisca cancellazioni o ritardi e non consenta ai viaggiatori di prendere la coincidenza con un altro convoglio.

Inoltre, per migliorare la puntualità dei treni in Ue, il settore ferroviario sta continuando a cercare soluzioni per riprogrammare l’orario dei convogli (sia merci che passeggeri) in maniera più efficiente.

 

Fonte: https://www.eunews.it/ 

Leggi l’articolo nella versione integrale

 
Pubblicato 10/07/2024