Didascalia

Nel corso del 2020, l’attività operativa della Polizia Stradale di Frosinone – sia relativa al rilevamento degli incidenti stradali, sia in esecuzione di servizi speciali – ha, in parte, risentito della emergenza sanitaria legata alla pandemia da COVID-19. Infatti, da un lato il fenomeno infortunistico ha fatto registrare un abbattimento dei valori, quale conseguenza naturale dei divieti progressivamente imposti anche alla mobilità di persone e veicoli; dall’altro, in concomitanza con la vigenza dei citati divieti, sono stati temporaneamente sospesi tutti i servizi speciali, ripresi nello scorso mese di giugno 2020, mentre le pattuglie della Polizia Stradale sono state impiegate per garantire il massimo concorso alle attività disposte dalla Autorità provinciale di pubblica sicurezza, per l’attuazione delle misure straordinarie di contenimento della diffusione del virus.
Nell’anno passato si è registrata, come anticipato in premessa, una drastica riduzione del fenomeno infortunistico rilevato dalla Polizia Stradale, rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare, a fronte di una diminuzione della incidentalità complessiva del 22% (688 incidenti contro gli 879 del 2019), gli incidenti mortali diminuiscono del 16%, mentre gli incidenti con lesioni e le persone ferite diminuiscono rispettivamente del 34,8% e del 78%.
Nel corso dell’anno 2020, la Polizia Stradale di Frosinone ha effettuato 6.553 pattuglie di vigilanza stradale e contestato 18.010 infrazioni al C.d.S. Le violazioni accertate per eccesso di velocità sono state 336, ritirate 188 patenti di guida e 358 carte di circolazione. I punti patente decurtati sono 30.735. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 2.675, di cui 56 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 12.

 

Fonte: veroli24.it – 8 gennaio 2021

Pubblicato 10/01/2021