Didascalia

“I lavori svolti sulla SR257 ‘Apecchiese’ sono esempio di una buona pratica che vorremmo si ripetesse sempre. Sono la dimostrazione che quando le Istituzioni lavorano insieme riescono a raggiungere risultati non solo eccellenti, ma anche in tempi rapidi. Il tema della sicurezza stradale merita attenzione, con le forze dell’ordine siamo costantemente impegnati su questo fronte e adesso che si avvicina l’esodo estivo c’è ancora più cura nei controlli.
Dall’altra parte occorre, però, che anche le persone alla guida rispettino quelle regole minime ed essenziali per la salute propria e quella degli altri. L’uso del cellulare e l’assunzione di alcol e di sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida sono solo alcune delle cause di incidenti gravi che dobbiamo evitare. Questa campagna, anche educativa, spero possa servire a ridurre in maniera sensibile gli incidenti che ci sono nelle strade e che purtroppo leggiamo quasi tutti i giorni sui giornali”.
È quanto dichiarato lunedì 8 luglio dal Prefetto di Perugia, nel corso dell’incontro-sopralluogo con le forze dell’ordine e istituzioni (amministratori delle due regioni, Umbria e Marche, sindaci dell’altotevere ed altri), Anas, rappresentanze dei cittadini e delle associazioni automobilistiche e motociclistiche, organi di informazione, per sensibilizzare e richiamare l’attenzione sui problemi della sicurezza della circolazione in generale e della SR257 “Apecchiese” in particolare. L’iniziativa, promossa dal Presidente della Provincia di Perugia, che si è svolta nei pressi di un’area di sosta della strada, ha consentito anche di fare il punto sugli interventi del progetto complessivo di rifacimento dell’arteria viaria, lavori di manutenzione e ripristino e adeguamento dei piani viabili a tratti saltuari, giunti a conclusione proprio in questi giorni.

 

Fonte: umbriajournal.com– 8giugno 2019

Pubblicato 09/07/2019