Didascalia

Milano si prepara all’estate, all’aria aperta, con strade dedicate ai pedoni e piste ciclabili ben segnalate che girano attorno alla città. La Giunta ha approvato la delibera che istituisce il divieto di transito per le auto nelle ore serali della settimana e per tutta la giornata nel weekend. Il divieto arriva a seguito di una delibera del Comune, supportata dagli Assessori all’Urbanistica e alla Mobilità, che prevede che dal 30 giugno al 31 ottobre, via Ascanio Sforza, nel tratto compreso tra via Scoglio di Quarto e via Conchetta, diventi pedonabile. Un provvedimento già sperimentato nel corso delle scorse estati, che consentirà ai commercianti di utilizzare lo spazio per tavolini, sedie e ombrelloni, all’interno delle nuove procedure semplificate per l’occupazione del suolo pubblico, così come stabilito di recente per porzioni di largo Treves, via delle forze Armate, piazza San Materno, piazza Giovine Italia e via Santa Tecla.
In particolare il divieto di transito è fissato dal lunedì al giovedì dalle ore 20:00 alle 02:00 del giorno successivo, il venerdì e il sabato dalle ore 19:00 alle 03:00 del giorno successivo e la domenica dalle ore 19:00 alle 02:00 del lunedì successivo. Per garantire un’adeguata compensazione alle esigenze di mobilità dei residenti delle vie limitrofe, nelle stesse fasce orarie saranno istituite zone a traffico limitato temporanee, in via Scoglio di Quarto, corso Manusardi, via Bettinelli e via Lagrange. L’accesso alla Ztl sarà comunque garantito ai veicoli dei residenti e domiciliati nelle vie interessate dal provvedimento, in possesso del permesso rilasciato dal Comando di Zona 5, mentre l’accesso all’area pedonale sarà garantito ai soli veicoli diretti a proprietà, il cui accesso implichi la necessità di transitare nell’area pedonale stessa. Potranno transitare in entrambe le aree anche velocipedi, mezzi di soccorso e Polizia, i veicoli di supporto a manifestazioni o eventi, quelli che devono svolgere servizi essenziali nell’area pedonale (previa autorizzazione della Polizia Locale) e i mezzi degli addetti alla pulizia stradale.

 

Fonte: greenplanner.it – 22 giugno 2020

Pubblicato 27/06/2020