Didascalia

In termini di sostenibilità ambientale, viaggiare in treno è meglio che viaggiare in aereo. Soprattutto se il viaggio dura meno di sei ore. A dirlo, in uno studio commissionato da Greenpeace Europa, un gruppo di ricerca italiano dell’Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.

Mettendo a confronto i voli a corto raggio più frequentati nel Continente con le corrispondenti alternative in treno, si è calcolato che se il viaggio in treno non supera le sei ore, la quantità di emissioni di anidride carbonica pro capite risulta essere inferiore a quella relativa agli spostamenti aerei.

Inoltre, si è calcolato che se tutti i viaggiatori optassero per il treno quando le tratte non superano le sei ore, il risparmio totale in termini ambientali sarebbe di 3,5 milioni di tonnellate di CO2 equivalente all’anno. 

Diventa chiaro, dunque, che una buona politica di mobilità sostenibile dovrebbe spingere verso l’implementazione delle reti ferroviarie, soprattutto nell’ottica delle annunciate nuove tecnologie che renderebbero i treni ancora più ecosostenibili nel prossimo futuro.

Il report di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa e di Greenpeace Europa ha dunque calcolato che, se gli Stati migliorassero il sistema ferroviario e si aumentasse il numero di treni per i viaggi fino a un massimo di sei ore, l’Europa intera arriverebbe a risparmiare fino a 23,4 milioni di tonnellate di CO2 equivalente all’anno. Per intenderci, quanto l’insieme totale delle emissioni prodotte da un Paese come la Croazia. 

Lo studio condotto da Greenpeace Europa e OBCT ha preso in considerazione tratte aeree brevi di tutto il Continente. Ma sui 150 voli a corto raggio (sotto i 1500 km) analizzati da Greenpeace, 40 riguardano l’Italia come luogo di partenza o di arrivo. Dunque, il 27% circa del totale.

Inoltre, Greenpeace sottolinea che, poiché le tratte aeree più brevi e frequentate in Italia riguardano voli nazionali, molti interventi per convertire il traffico aereo in spostamenti su rotaia potrebbero essere fatti in autonomia da parte del governo italiano, in tempi relativamente brevi”. 

Fonte  teleambiente.it– 13 dicembre 2021

Leggi l’articolo nella versione integrale

Pubblicato 04/01/2022