Didascalia

Pronta la proposta di Regolamento per le nuove norme Euro 7. Gli standard emissivi andranno a sostituire le attuali Euro 6 per auto e furgoni, e le Euro VI per camion e autobus. Come promesso, la Commissione europea ha presentato la bozza, un documento di 66 pagine più allegati, con cui intende traghettare la mobilità su strada fino al 2035, quando l’e-mobility dovrebbe avere la meglio.

 

La proposta di regolamento sostituisce, unifica e in parte semplifica la normativa sulle emissioni nocive dei trasporti su strada. Nel dettaglio, le norme Euro 7 riuniscono in un unico corpus i limiti emissivi di tutti i veicoli a motore, ossia automobili, furgoni, autobus e autocarri. Il principio chiave su cui la Commissione ha costruito il testo è la neutralità tecnologica. Ciò significa che i limiti di emissione si applicano, tali e quali, a tutti i veicoli di una stessa categoria, indipendentemente dalla tecnologia  propulsiva (motore a combustione interna convenzionale, ibrido o plug-in) o dal carburante utilizzato (benzina, diesel, metano ecc.).

 

La prima novità? Il regolamento amplia la gamma di inquinanti da tenere sotto controllo, aggiungendo per i veicoli leggeri l’ammoniaca e per quelli pesanti la formaldeide e il protossido di azoto.

 

Fonte: https://www.rinnovabili.it/ 

Leggi l’articolo nella versione integrale

Pubblicato 19/11/2022