Didascalia

Sarà completato entro luglio il nuovo ponte sul torrente Torre tra Chiopris Viscone e Nogaredo al Torre, opera che rientra nei lavori di riqualificazione della 'Palmarina' (strada provinciale 50), arteria che dal distretto della Sedia porta al casello di Palmanova. I lavori, che vedono impegnati, oltre alle maestranze dell’impresa esecutrice, anche i tecnici del Commissario delegato per l’emergenza alla mobilità riguardante la A4 e il raccordo Villesse-Gorizia e il personale della concessionaria ‘Autovie Venete’, sono iniziati nell’agosto 2017 e si concluderanno secondo il cronoprogramma prestabilito. Mercoledì 6 febbraio c’è stata la visita sul cantiere da parte dell’Assessore regionale alle infrastrutture e soggetto attuatore del Commissario delegato, e dei Sindaci di Chiopris Viscone e di San Vito al Torre, accompagnati dal responsabile unico del procedimento, dal direttore dei lavori e dai rappresentanti dell’impresa costruttrice.
Il ponte, che poggerà su 14 pile e due spalle, sarà lungo 665 metri e verrà realizzato con una struttura reticolare metallica che contribuirà ad esaltarne la trasparenza e con una soletta in cemento armato. La piattaforma stradale sarà larga 10,50 metri e sarà corredata da un lato da un marciapiede e dall'altro da una pista ciclabile. Il nuovo ponte sostituirà l’attuale ponte sul Torre, il quale a sua volta verrà demolito alla conclusione dei lavori, senza interrompere così la viabilità, ormai inadatto a sostenere il traffico automobilistico e in particolare il passaggio dei mezzi pesanti e dei trasporti di tipo eccezionale, visto che la sezione trasversale del manufatto è molto stretta e la stessa opera, ormai datata, è in fase di degrado.

 

Fonte: touringclub.it – 5 febbraio 2019

Pubblicato 08/02/2019