Didascalia

Il secondo lockdown sta avendo effetti simili a quelli registrati la scorsa primavera. Arrivato soltanto pochi giorni dopo l’interruzione fino al 24 novembre degli esami di guida, c'è un nuovo provvedimento - valido questa volta in tutta Italia e non soltanto nelle zone rosse - che ha prorogato di qualche settimana la scadenza della patente. Anche in questo caso, si tratta di una decisione simile a quella presa nei primi mesi dell’anno con l’entrata in vigore del decreto Curaitalia, quando i rinnovi delle licenze di guida - e con esse di altri documenti, come la carta di identità - furono prorogati fino al 30 di agosto per consentire ai cittadini di circolare in auto e in moto senza però “affollare” gli uffici della Motorizzazione e delle autoscuole. La situazione si era normalizzata a settembre, ma i nuovi blocchi decisi dal Governo hanno nuovamente rallentato l'espletamento di numerose pratiche burocratiche.

Pertanto, con il nuovo provvedimento contenuto nel decreto legge varato dal governo per prolungare lo stato di emergenza, le patenti scadute (o in scadenza) dal 31 gennaio 2020 al 30 dicembre rimarranno valide fino al 30 aprile 2021. Per diversi mesi potremo “tranquillamente” circolare in moto o in auto anche con la patente scaduta, ma soltanto in Italia: per mettersi alla guida all’estero bisognerà infatti fare riferimento al Regolamento Europeo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea698/2020 che, all'art. 2 che proroga di sette mesi dalla data di scadenza la validità del documento.

Fonte: insella.it – 17novembre 2020

 

Pubblicato 21/11/2020