Didascalia

La società Quadrilatero Marche-Umbria, controllata di Anas (Gruppo FS italiane), ha aperto al traffico un nuovo tratto della strada statale 76 “della Val d’Esino”, nell’ambito dei lavori di completamento della direttrice Perugia-Ancona. Da oggi si transita infatti su entrambe le carreggiate tra Fossato di Vico (PG) e Cancelli (AN), in configurazione transitoria.

In particolare, il Contraente generale dell’opera ha proceduto con propria gestione all’apertura tecnica della carreggiata ammodernata (direzione Ancona), con transito su entrambe le corsie e velocità massima di 70 km/h. Tale limitazione verrà rimossa al completamento delle procedure tecnico–amministrative finalizzate alla presa di consegna da parte di Anas.

Nel medesimo tratto, la carreggiata in direzione Perugia, dove fino ad oggi si transitava a doppio senso, sarà fruibile con limitazioni temporanee per consentire l’esecuzione dell’ultimo strato di pavimentazione nonché la realizzazione della segnaletica definitiva.

La separazione dei flussi di traffico su due carreggiate, seppure con il limite temporaneo di velocità, consentirà un netto miglioramento della viabilità con riduzione dei tempi di percorrenza.

L’apertura in configurazione definitiva e la presa in carico da parte di Anas è prevista entro dicembre.

Il tratto Fossato di Vico-Cancelli è lungo complessivamente 7,5 km. Per consentire il raddoppio a quattro corsie è stata realizzata una nuova carreggiata in affiancamento al vecchio tracciato della statale, che è stato a sua volta ammodernato. La nuova carreggiata comprende 5 gallerie, un viadotto, un’opera di scavalco della linea Ferroviaria Orte-Falconara e il nuovo svincolo di Cancelli. Tra le gallerie, lunghe complessivamente oltre 4,3 km (circa il 60% del tracciato) la più lunga è la galleria “valico di Fossato”, pari a 2,8 km, che attraversa il confine umbro-marchigiano.

L’intervento rientra nei lavori di ampliamento a quattro corsie della strada statale 76 “della Val d’Esino” per un investimento complessivo di 385 milioni di euro che comprende anche il tratto Albacina-Serra San Quirico, la cui ultimazione è prevista nel 2020.

Fonte: Anas – 30 Ottobre 2019

Pubblicato 31/10/2019