Didascalia

La Prefettura di Reggio Calabria scende in prima linea per la sicurezza stradale. All'interno del Palazzo del Governo di piazza Italia, si è svolta una riunione per la messa a punto di iniziative finalizzate ad implementare le condizioni di sicurezza nel territorio, soprattutto in seguito ai recenti episodi di infortuni stradali a carico di cittadini extracomunitari della piana di Gioia Tauro.
La Prefettura ha organizzato un incontro del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica alla quale hanno preso parte, oltre ai vertici delle Forze di Polizia provinciali, i Sindaci dei Comuni di Rosarno e San Ferdinando, presso cui insistono i principali insediamenti di lavoratori stranieri. Alla riunione, nel corso della quale è stato disposto un ulteriore rafforzamento dei servizi di controllo nelle zone interessate, è seguito un incontro in videoconferenza con i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali e con le associazioni MEDU, Emergency e Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia.
Nell’occasione, è stato chiesto a tutti i partecipanti di portare avanti, per quanto possibile, ulteriori azioni di sensibilizzazione all’uso di dispositivi di sicurezza atti a favorire la visibilità durante la circolazione stradale; sono state esaminate le problematiche connesse alla incidentalità nell’area ed individuati i possibili interventi, anche infrastrutturali, per contrastare il fenomeno.
Durante la riunione le istituzioni presenti hanno annunciato, per martedì 12 gennaio, un nuovo incontro insieme ad alcuni membri della Regione Calabria e della Città Metropolitana, per concordare le iniziative da avviare per migliorare le condizioni di sicurezza della viabilità locale. Sono state infine promosse iniziative per l’acquisizione di dispositivi di sicurezza come ad esempio gilet, fascette catarifrangenti e luci, da distribuire ai lavoratori extracomunitari.

 

Fonte: citynow.it – 7 gennaio 2020

Pubblicato 08/01/2021