Didascalia

Un gruppo industriale britannico, leader mondiale tra i costruttori di auto di fascia alta, sta sperimentando una nuova tecnologia che, attraverso videocamere e sensori biometrici in grado di monitorare le espressioni facciali e i cambiamenti di umore del guidatore, interviene sulla regolazione di alcune funzioni dell’abitacolo (come climatizzazione ed illuminazione ambientale), al fine di migliorare la sensazione di benessere alla guida.
Il nuovo sistema di rilevamento dell’umore del conducente è parte di una vasta gamma di soluzioni mirate al benessere del guidatore che la casa d’oltremanica sta sperimentando per fornire sempre maggiore confort, affinché chi è alla guida rimanga sempre attento, vigile e con il pieno controllo del mezzo.
Una tecnologia simile è allo studio anche per la seconda fila di sedili, dove ai primi segni di stanchezza, il sistema è in grado di abbassare l’illuminazione, oscurare i finestrini ed alzare la temperatura per agevolare il sonno dei passeggeri.

 

Redazione CCISS – 1agosto 2019

Pubblicato 12/08/2019