Didascalia

Con il rinnovo dell’accordo tra AREU (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) e TSP Association, organizzazione aderente a Confindustria Digitale che riunisce i principali Telematics Service Providers, l’eCall privato – servizio tecnologico di allerta che garantisce un soccorso sanitario tempestivo agli automobilisti coinvolti in incidenti stradali – completa con successo la fase sperimentale e diventa un progetto sistemico ed effettivo su tutto il territorio italiano. L’iniziativa italiana, partita in via sperimentale a maggio 2017, ha anticipato l’entrata in servizio dell’eCall europeo, sistema diventato obbligatorio su tutti i nuovi modelli di auto omologati a partire dal primo aprile 2018, che tuttavia saranno sul mercato solo nei prossimi anni.
Ogni giorno sulle strade italiane si registrano oltre 455 incidenti con lesioni a persone e l’immediatezza di intervento spesso può contribuire a salvare la vita delle persone. Il Presidente di TSP Association commenta “Laddove la rapidità dell’arrivo dei soccorsi può contribuire a ridurre i rischi e salvare delle vite umane il sistema private eCall, che coniuga l’Internet of Things con tecnologie elettroniche dotate di GPS, ha un impatto sociale di enorme rilevanza e pone l’Italia all’avanguardia nel mondo nei servizi disponibili, grazie all’utilizzo delle tecnologie di telematica applicate ai veicoli”.
Dal punto di vista pratico, in caso di incidente, il dispositivo telematico installato sulla vettura coinvolta invia un allarme automatico alla Centrale Operativa delle società associate alla TSP Association in grado di raccogliere (grazie alla presenza del GPS, accelerometro e modulo di comunicazione GSM/GPRS) tutte le informazioni necessarie (posizione del veicolo, descrizione dell’emergenza, presenza di feriti, recapito telefonico, ulteriori informazioni rilevanti per le organizzazioni di emergenza) e verificare l’effettivo bisogno di un intervento di soccorso. Tutte le informazioni utili vengono tempestivamente trasferite ad AREU secondo un protocollo concordato tra le parti.

 

Fonte: internet4things.it – 24 marzo 2020

Pubblicato 24/03/2020