Didascalia

Buone notizie (soprattutto) per i motociclisti: sono stati ripartiti i 400 milioni stanziati dalla Legge di Bilancio 2019 per la messa in sicurezza di strade (ed edifici pubblici) su ben 7.977 Comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti. Sono le città piccole, dove magari la qualità dell’asfalto è pessima, con ripercussioni negative per la sicurezza stradale.
I Comuni beneficiari del contributo devono dare inizio ai lavori entro il 15 maggio 2019, pena la revoca del contributo. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), di concerto con il Ministero dell’Interno, vigilerà sull’esecuzione dei lavori con controlli a campione.
In parallelo, prosegue poi la lotta a chi, in auto, guida con lo smartphone in mano. Tra i due Ministeri è stato firmato un accordo di collaborazione per potenziare i controlli della Polizia Stradale su chi vìola il Codice della Strada. Per questo, il Mit mette a disposizione del Dipartimento della Stradale 834.950 euro. L’accordo prevede che la somma venga impiegata per l’acquisto di autovelox, telelaser e etilometri alcoltest.

 

Fonte: omnimoto.it – 5 febbraio 2019

Pubblicato 05/02/2019