Didascalia

Per diventare una città ciclabile Milano ha un piano: si chiama Cambio, e si tratta di un biciplan, ovvero una rete di connessioni ciclabili sicure e veloci a scala metropolitana. Dopo la ciclabile per l’Idroscalo, partiti i lavori per il collegamento centro-periferia a Ovest; in centro i municipi di zona si coordinano per la pedonalizzazione da San Babila a Loreto.

Il primo tratto della linea 6, che collegherà il centro con la periferia e i Comuni a Est, è già aperto da luglio e permette di raggiungere in sicurezza l’Idroscalo.

A Ferragosto sono stati avviati i lavori di realizzazione del primo tratto della linea 13, che attraverserà la zona Ovest da via Rembrandt a Settimo Milanese sfruttando via Novara. Si tratta di una corsia ciclabile lunga otto km, non separata fisicamente dal traffico ma integrata nella carreggiata: una scelta che permette di ridurre tempi e costi di realizzazione.

La rete capillare di collegamenti ciclabili a scala metropolitana ha l’obiettivo di ricostruire Milano come una città in cui spostarsi in bici e a piedi sia la scelta più facile e sicura, a partire dal centro.

L’obiettivo è quindi un ridisegno del centro della città che promuova la vivibilità e la bellezza dello spazio pubblico, coinvolgendo i commercianti per valorizzare le opportunità di un’isola pedonale così estesa e collegata.

 

Fonte: bikeitalia.it – 23 agosto 2022

Leggi l’articolo nella versione integrale

Pubblicato 21/09/2022