Didascalia

Con circa trentuno milioni di presenze stimate entro la fine dell’anno, il cicloturismo sta contribuendo al recupero dell’intero comparto turistico verso i livelli pre-pandemia. Il dato emerge dal terzo Rapporto nazionale sul cicloturismo in Italia, realizzato da Isnart e promosso con Legambiente: un lavoro che evidenzia un trend parziale ma incoraggiante, perché indica una ripresa anche di questo particolare segmento del turismo, in cui non è secondario il contributo offerto dai flussi internazionali.

 

Più in generale si osserva una costante crescita della domanda di vacanza attiva, dove l’uso della bici ricopre un ruolo primario; una tendenza su cui la pandemia ha agito da acceleratore, stimolando la ricerca di destinazioni meno note e di forme di turismo più sostenibili e a maggior contatto con la natura.

 

Fonte: https://www.lifegate.it/ 

Leggi l’articolo nella versione integrale

Pubblicato 11/11/2022